Motociclismo – Landshaag fa il pienone.

288 iscritti alla prima gara del Campionato Europeo Velocità in Salita

Si sono chiuse l’undici aprile le iscrizioni della Landshaag-St Martin, prima gara di Hill Climb European Championship, che si disputerà in Austria. Giovedi scorso sono stati resi pubblici i nominativi dei partecipanti, il totale si è attestato alla riguardevole cifra di duecentottantotto partecipanti. Tra questi gli italiani sono quattordici, di cui due donne, divisi in: cinque piloti nella classe 250cc, quattro nella classe 600cc; due nella classe motard e quattro nella classe superbike. I colori ciociari saranno rappresentati dal Techno Racing Team di Isola del Liri, con il pilota Williams Alonzi (Willy) che gareggerà nella classe superbike in sella ad una Aprilia RSV1000. Landshaag- St Martin è senza dubbio la gara più veloce in assoluto di tutto il Campionato Europeo (Nel 2019 il pilota austriaco Andreas Gangl vinse con una velocità di punta di 327 km/h e 186,4 km/h di velocità media). Quest’anno gli organizzatori, hanno previsto un compenso di 1000 euro per chi stabilirà un nuovo record del tracciato. Il tracciato è lungo 3620 mt, con un dislivello di 230 mt e presenta due punti, dove i piloti superano i trecento km/h. Al pilota ciociaro Willy, abbiamo chiesto qualche informazione sulla gara, sulla sua moto ed una previsione per la gara, queste le sue impressioni: “Si tratta senz’ombra di dubbio di una gara molto veloce, ma proprio per questo molto difficile, perché l’elevata velocità non aiuta certo a memorizzare i riferimenti, e viste l’elevate velocità in gioco, non si può certo improvvisare. Questo è sicuramente un fattore che depone a favore dei piloti di casa. La moto ha subito diverse migliorie, tra cui uno step migliorativo profondo, specialmente nell’aspetto elettronico, che è stato curato dalla Ecucalibration di Andrea Saccucci. Per quanto riguarda le previsioni, non sono molto bravo, ma in una classe che vede trentaquattro partenti, penso che la zona punti potrebbe essere un buon obiettivo, anche se non facile. Ultima cosa vorrei fare un pubblico ringraziamento a tutti gli sponsor che nonostante le poco favorevoli condizioni economiche, dettate prima dal Covid ed ora dalla guerra, si sono schierati al fianco del Techno Racing Team”.  Certamente il pilota isolano ha più che ragione, gli sponsor in questo particolare momento economico, meritano una menzione particolare. Willy sarà il 253esimo pilota a scattare dal semaforo, quindi ora non resta che aspettare, ma io oltre alle considerazioni fatte da Willy aggiungerei, che viste le condizioni metereologiche altalenanti è opportuno sperare anche in un meteo favorevole. Non di rado Landshaag si è corsa con condizioni meteo avverse e questo certamente non sarebbe un aiuto per i piloti italiani.

  Lucia Alonzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: