Motociclismo – Mugello: ad un soffio dal podio in gara1, in gara2 eravamo secondi fino allo stop causato da un incidente.

Un quarto posto conquistato in gara 1 e secondo round annullato a causa di un incidente: è questo il bilancio di Armando Pontone nel weekend di gare andato in scena al Mugello. Era il penultimo atto del Civ Supersport 600 ed il pilota cassinate del Bike&Motor Racing Team, nonostante l’agguerrita concorrenza, è riuscito a dare battaglia conseguendo il suo ennesimo importante risultato.

«Nonostante il settimo posto ottenuto nelle qualifiche – ha commentato – ero fiducioso sul passo corsa e sapevo che avrei potuto recuperare con facilità. In realtà la mia convinzione era incentrata sul miglioramento da registrare in Q2, purtroppo però un violento temporale ha portato all’annullamento della stessa e di conseguenza mi sono dovuto accontentare della settima posizione arrivata in Q1. Proprio nel momento della gara è uscito il sole e ciò ha reso tutto più complicato, specie per la scelta delle gomme. Io ho optato per il bagnato perché volevo andare al massimo sin da subito».

In tal senso, la partenza è stata delle migliori:

«Sono partito alla grande, avvicinandomi con immediatezza a Bussolotti e passando in seconda posizione. Lì ci sono rimasto fino a pochi giri dal termine, poi sul rettilineo mi son fatto sfilare per il definitivo quarto posto. Mi brucia non essere arrivato secondo dopo tutti gli sforzi profusi, ma comunque devo ritenermi soddisfatto di quanto messo in mostra. Certo, l’entusiasmo in vista della seconda gara era imperante perché comunque sapevo di poter lottare con tutti per arrivare sul podio. Anzi, arrivo a dire che mi sarei giocato la vittoria. Tanto è vero che ero secondo fino al momento dell’incidente avvenuto, poi per scarsa visibilità ed olio in pista perso da un’altra moto non è stato più possibile ripartire»

Ad ogni modo, a mente lucida la soddisfazione tende a ritagliarsi un ruolo dominante:

«Sono contento del lavoro svolto. Ringrazio il mio team, il preparatore atletico Db Trainer, Pysiomed e tutti coloro che mi stanno sostenendo. Adesso sono concentrato per Imola, non vedo l’ora di scendere in pista e dare il massimo. Lì ci giocheremo la seconda e terza posizione in campionato per quel che concerne la graduatoria generale. Attualmente sono quarto ed è già un motivo d’orgoglio personale, però voglio lottare fino alla fine senza accontentarmi».

Testa bassa e gas a martello per un “Pontonix” no-limits.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: