Pallacanestro – Scuba Frosinone e Academy Veroli: U19 in una stagione formidabile.

Il titolo regionale Under 19 Silver è della Scuola Basket Academy, il progetto sviluppato in collaborazione fra Scuola Basket Frosinone e Basket Academy Veroli. La squadra ciociara batte il Basket Roma 90-71 nella finalissima giocata al Casaleno e alza il trofeo al termine di un’annata trionfale. Un successo che rappresenta la classica ciliegina sulla torta di una stagione eccezionale per il settore giovanile della Scuba e dell’Academy.

L’Under 19 conclude la stagione con una gara sempre condotta e spaccata nel secondo tempo, l’ennesima ottima prova offensiva di un gruppo che di fatto si è rivelato inarrestabile. Diciassette partite vinte sulle diciotto disputate in regular season, una semifinale dominata contro Terracina (battuta di 40 all’andata e di 26 al ritorno), una finale in cui il team capitolino ha potuto solo tentare di opporre resistenza, cadendo sotto i colpi di Efficace (mvp con 33 punti) e compagni. 

La vittoria dell’Under 19, come detto, sugella gli ottimi risultati della collaborazione orchestrata dal patron frusinate Antonio Efficace e da Francesco Calcabrina, allenatore di tre gruppi e presidente dell’Academy. Sorrisi anche per l’Under 17 Gold, arrivata ai quarti di finale del campionato, persi contro Anzio dopo due sfide equilibratissime e una grande rincorsa in regular season. Dopo sei sconfitte ad aprire la stagione, infatti, i ciociari hanno vinto nove delle successive dieci sfide, cedendo poi nel primo turno a eliminazione diretta ai pontini. 

L’Under 16, guidata sempre da Calcabrina, si è fermata a un passo dal titolo che sarebbe valso una clamorosa doppietta. Dopo il secondo posto in regular season, i ciociari hanno stracciato la favorita Gaeta e poi espugnato il campo di Anagni, staccando il pass per la finale. Nell’ultimo atto, però, ha prevalso l’emozione: la Virtus Roma ha alzato la coppa mentre la Scuola Basket Academy si è dovuta accontentare di un’ottima medaglia d’argento.

Bene anche il gruppo Under 15, giunto anch’esso alla fase a eliminazione diretta. Qui i ragazzi allenati da Gabriele Chieruzzi si sono dovuti arrendere di fronte alla corazzata Latina. Terzo posto nel proprio girone per l’Under 14, quarti di finale (persi contro Scauri) anche per l’Under 13 targata Scuba e allenata da Alessandra Accardo. 

Insomma un’annata da incorniciare per il sodalizio che ha dato soddisfazioni a entrambe le parti, come sottolineato dal numero uno della Scuola Basket Frosinone, Antonio Efficace: “L’Under 19 ha coronato con la vittoria un campionato trascorso sempre al comando – ha commentato -, avevamo di fronte una società di tradizione come il Basket Roma ma abbiamo tirato fuori il meglio. Si è vista grande coesione, torniamo a vincere un trofeo giovanile dopo qualche anno e ne siamo orgogliosi. L’Under 16 è uscita sconfitta dalla sua finale ma ha fatto un ottimo percorso, questi risultati ci ripagano dell’impegno profuso e ci rendono orgogliosi. La crescita dei ragazzi è sempre stata il nostro obiettivo primario, dobbiamo creare giocatori per la prima squadra in Serie C, dare la spinta a quelli che meritano palcoscenici ancora più importanti e pensare anche noi stessi a una categoria superiore se si dovessero creare i presupposti. La collaborazione con l’Academy ha reso i gruppi più competitivi, gli allenamenti più intesi e questo ci ha premiato in tutti i campionati”.

Francesco Calcabrina commenta così il successo dell’Under 19: “La finale è stata il coronamento di un’annata in cui i ragazzi hanno sudato in ogni singolo allenamento, abbiamo dominato questo campionato in ogni partita, anche nella fase a eliminazione diretta, abbiamo dimostrato di essere i più forti. Complimenti a tutti i giocatori che ho impiegato oggi, a chi non è stato convocato, ai più piccoli e a chi non ha concluso la stagione: si meritano questa gioia”. Poi sveste i panni di allenatore e indossa quelli di presidente della sua società: “La partnership fra Scuba e Academy ha dato i suoi frutti con la vittoria nell’Under 19, l’Under 16 che purtroppo ha giocato male una finale alla portata, mentre in Under 17 ci è mancata un po’ di attenzione per andare più avanti. I risultati sono quelli che ci eravamo prefissati, ora però non bisogna adagiarsi sugli allori ma continuare a lavorare per migliorare i giocatori a livello individuale e di squadra”.

Ufficio Stampa Scuola Basket Frosinone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: