Motociclismo –  A Landshaag la prima dell’Europeo.

Il M.C. Franco Mancini 2000 in gara con cinque piloti.

  Prenderà il via domenica prossima in Austria, il Campionato Europeo di Velocità in Salita Hill Climb European Championship), con la disputa della Landshaag- St Martin. Presente chiaramente anche il M.C. Franco Mancini di Isola del Liri, con ben cinque piloti, che gareggeranno in tre diverse classi. Andando in ordine di cilindrata, vediamo di chi si tratta: nella 250cc. prenderà il via Marco Vigilucci in sella ad una Aprilia RS250; nella Supersport 600  a difendere i colori del sodalizio ciociaro troveremo la funambolica Simona Zaccardi, in sella ad una Honda CBR 600, cui il VRT nel corso dell’inverno ha apportato notevoli migliorie; gli altri tre piloti Claudio Di Prima, Salvo Sallustro e Williams Alonzi, gareggeranno tutti nella classe Superbike. Il debuttante (nell’europeo) Di Prima sarà in sella ad una Ducati Panigale, il Vice campione europeo 2021 Sallustro sarà in sella ad una Yamaha, mentre Alonzi condurrà una Aprilia RSV 1000. L’unico che è completamente all’oscuro dei 3620 metri del tracciato è Claudio Di Prima, mentre tutti gli altri vi hanno già corso almeno una volta. La Landshaag- St Martin è considerata una delle gare più belle dell’intero campionato Continentale, ma è anche in assoluto la gara più veloce, ci sono tratti dove si superano i trecento km/h e la media è superiore ai centottanta km/h. In questa prima gara si sono iscritti duecentottantotto piloti, di cui una quindicina italiani. Per tutti i piloti, la perplessità maggiore, resta l’incognita meteo, disputare una gara con condizioni meteo incerte e con medie così elevate, non è certo piacevole, ma a Landshaag non di rado è successo. I favoriti per la vittoria finale sono senz’altro i piloti di casa Gammer e Gangl, ma sappiamo bene che le corse sono fatte sempre di episodi. I piloti del M.C Franco Mancini 2000, si trasferiranno a Landshaag già da giovedi, proprio per cercare di studiare e memorizzare l’insidioso tracciato. Ciliegina sulla torta, gli organizzatori della gara, hanno previsto un congruo compenso al pilota che riuscirà a battere il record del tracciato. La gara è molto apprezzata e sentita in Austria e questa motivazione sicuramente farà affluire lungo il tracciato, diverse migliaia di spettatori paganti, che si accalcheranno già dal sabato, giornata in cui sono previste le prove libere. Ormai dobbiamo solo aspettare il prossimo week end e fare il tifo per i piloti italiani.

                                                                                                                                                                   Lucia Alonzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: