Motociclismo – La Poggio-Vallefredda si prepara.

Il M.C. Franco Mancini 2000 al lavoro per l’allestimento della gara

La gara ciociara, dopo aver ricevuto tutte le validità possibili (CIVS, Camp. Europeo Moderne e Camp. Europeo Vintage) ed anche la doppia gara in recupero di quella annullata a Landshaag (Austria) è diventata di fatto la gara di maggior spessore sia in ambito italiano e sia in ambito europeo. Da rilevare che anche il Camp.Europeo Vintage promosso dalla FIM Europe, è un prodotto della Poggio-Vallefredda, difatti dopo la unica prova del 2020, quest’anno il campionato ha spiccato il volo e conta già ben tre prove, la prima in Italia appunto con la Poggio-Vallefredda, la seconda a Luckendorf in Germania e la terza a Julbach in Austria. Chiaramente è un impegno non da poco, da non prendere sottogamba, che richiede un impegno gravoso sia economicamente e sia a livello di personale, ma il rinnovato direttivo del M.C. Franco Mancini 2000 è già pienamente all’opera, per quella che sarà la gara più importante del Centro-Sud Italia. Chiaramente ora il lavoro e di carattere strettamente burocratico, ma dalla sede del sodalizio ciociaro fanno sapere che già a giorni è previsto il collaudo del tracciato da parte degli enti preposti. Il direttivo del M.C. Franco Mancini 2000 è chiaramente molto soddisfatto per le titolazioni concesse sia dalla FMI e sia dalla FIM Europe, ma ci tiene a sottolineare il pregevole contributo fornito dagli uomini del Comitato Pro Salita coordinati da Mauro Romano e che sicuramente anche quest’anno saranno al fianco del M.C. Franco Mancini 2000 per allestire una Poggio-Vallefredda scintillante. L’alto spessore della gara è confermato anche dalla presenza di aziende rilevanti nel settore motociclistico, che nonostante il negativo momento dell’economia generato dalla pandemia Covid 19, non hanno esitato ad essere presenti alla gara ciociara. Alla luce di tutto ciò dobbiamo solo attendere i sessanta giorni che ci separano dalle date delle gare ed a Isola del Liri andrà in scena uno degli spettacoli mozzafiato, ed adrenalitici che le road races sanno regalare. Intanto l’inizio del Camp. Italiano della specialità (CIVS) ci sarà a fine maggio a Pieve santo Stefano in provincia di Arezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: