Pallacanestro – Banca Popolare del Frusinate buona la seconda contro la Lazio 95-63.

Parziali: 25-13, 24-26, 16-14,30-10

Tabellini:

Basket Cassino: Bullock 25, Aziz 14, Pagano 9, Fionda 2, D’Aguanno, Buzzacconi 1, Niccolai 10, Ceccarelli 21, Papa 2, Lena 4, Pignatelli 7, Masella. Coach NARDONE

Nuova Lazio: Cipriani 3, Marimpietri 13, Baldoni 12, Vani 3, Prestia 1, Belfiore, Carosi 10, Pop George 11, Guidi 2, Salvadori 1, Costanzo 3, Testi 4. Coach Bocci.

Una sinfonia, la seconda per il gruppo di atleti del Basket Cassino, che finalmente davanti a oltre 200 spettatori rumorosi e tifosi ha regolato di prepotenza sportiva la formazione ospite che nonostante un secondo quarto importante si è dovuta arrendere alle giocate magistrali del roster di casa. Che bello il tifo, che bello vedere i ragazzini del settore giovanile a fine gara fare le foto con i propri beniamini, si proprio così perché è giusto dare delle emozioni a chi fa questo sport per passione.

Mvp della partita l’americano Malik Bullock, 25 punti per lui, 7-15 da due, 1-3 da 3, 8-11 tiri liberi, 7 rimbalzi, 3 assist, 3 palle recuperate 1 stoppata, trascinatore, GOOD PERFORMANCE.

La gara è stata molto maschia ma corretta, le due formazioni hanno combattuto su ogni centimetro del parquet con l’intento di replicare il successo all’esordio. Pronti e via e subito Ceccarelli 21 per lui alla fine, infila due triple che fanno esplodere la casa del basket, anche Pignatelli lo imita e cassino subito avanti in maniera decisa. Baldoni per gli ospiti fa la voce grossa con una tripla riavvicina le due formazioni. Ma è solo un attimo perché, Bullock, Pagano e company spingono forte e chiudono il parziale sul 25-13.

Secondo quarto con Cassino con la Lazio che vuole dare un senso alla sua partita, Pop George e Cipriani segnano da tre, gli ospiti stringono la difesa e non fanno ragionare i nostri che sbagliano qualche possesso di troppo. Coach Nardone capisce il momento e striglia i suoi a dovere nel suo time-out. La Lazio si porta pericolosamente sul meno 5, 42-37, ma la strigliata sortisce il suo effetto prima Ceccarelli, poi ancora Pignatelli sempre da tre rimettono a debita distanza gli avversari che vincono il quarto 24-26 ma rimangono dietro di 10, 49-39.

Terzo quarto con le due formazioni che giocano punto a punto, salgono le prestazioni Aziz che come di consueto sotto canestro dice sempre la sua, Niccolai dispensa ottimi momenti di basket ma è Ceccarelli che infila altre due triple. Marimpietri, Carosi e Baldoni provano a tornare sotto, la Lazio arriva anche a -8 grazie anche a tre possessi consecutivi falliti dal Cassino, Bullock ristabilisce le distanze con una tripla chirurgica e fissa il parziale sul 16 a 14 per il Cassino con il punteggio 65-53 e dodici punti di vantaggio.

Quarto parziale senza storia, Cassino determinato e attento, la Lazio viene stordita dalle giocate a volte incredibili dei padroni di casa, segnano e difendono tutti in maniera devastante, oltre ai soliti noti Bullock 25, Aziz 14, Pagano 9, Niccolai 10, Ceccarelli 21, Pignatelli 7 vanno a referto per la gioia del presidente Pagano anche gli under Lena 4 per lui, Buzzacconi 1 per lui e Fionda 2 per lui. Un quarto senza storia che porta alla fine ad un parziale devastante 30-10 che fissa il punteggio sulla sirena sul 95-63, fantastici. 

Massimo Marzilli

Responsabile Marketing e Comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: