FrosinoneCalcio – Pensieri & Parole – il Frosinone all’esame di maturità.

di ALESSANDRO BIAGI

Al Benito Stirpe oggi arriva l’Empoli di mister Muzzi e per i canarini si tratta di un vero e proprio esame di maturità. Interrotta a La Spezia la striscia di risultati utili consecutivi arrivati a sette, il Frosinone deve difendere contro la squadra toscana il trend positivo tra le mura amiche che l’ha vista arrivare a tre vittorie consecutive. I tre punti in palio per la vittoria di oggi, hanno sicuramente un peso specifico molto importante perché di fronte ci si trova una delle squadre che, al pari del Frosinone, all’inizio stagione figuravano tra le candidate assolute al salto di categoria. L’Empoli qualche problema lo ha avuto, così come il Frosinone nella fase iniziale della stagione, e lo ha affrontato anche con misure drastiche, cambiando il titolare della panchina. Questo la dice lunga sulla mentalità vincente di una società come quella toscana che per molte sue simili può essere presa come riferimento anche e soprattutto per il grosso e fruttifero lavoro che fa a livello di formazioni giovanili. Ad Empoli non si lasciano mai andare a scelte avventate, ma non per questo mancano di decisionismo. Chiaro che ora da mister Muzzi ci si attenda quella svolta che fino ad oggi è mancata, tanto è vero che l’Empoli è la squadra con il peggior ruolino di marcia nelle ultime cinque partite disputate. Dal canto suo, il Frosinone non può fare sconti a nessuno e proprio dalla conquista del bottino pieno può partire ogni discorso rivolto alle speranze di ingresso ai play-off prima, e successo finale dopo. Servono punti, punti pesanti come quelli in palio oggi contro l’Empoli e probabilmente per dare concretezza a questo obiettivo a gennaio servirà qualcos’altro. Se ne hai cominciato a parlare ed in questo mese se ne parlerà tanto, ma al proposito Nesta ha già fatto capire il suo pensiero. Se serve un attaccante, deve arrivare un attaccante di peso, forte, altrimenti si va avanti così.
Ma ora pensiamo all’Empoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *