Il Personaggio – Liberarto Sulpizo – si racconta…

14202726_1776756239256961_8903181882122214200_nLiberarto Sulpizo da Campoli Appennino, piccolo centro ai confini con il Parco Nazionale d’Abruzzo è il nuovo campione di classe R2 nel CiWrc. Figlio di Mario, valente pilota da oltre un ventennio di indiscusso successo.Sulpo Jr, da poco 30 enne, ha sempre”mirato” alle gare fuori zona.Quest’anno, partito con una gara di ritardo,ha conquistato il suo terzo titolo in carriera.

Com’è nata l’idea per CiWrc?

Abbiamo deciso insieme a tutto il team (La Turbocar ndr) di puntare al futuro, la R2 sono le auto di nuova generazione. La Ford Fiesta, pur avendola ordinata in Msport è arrivata in ritardo a campionato già iniziato. Il pilota con cui avevamo preventivato un possibile accordo si era accasato in una altra squadra. Vettura acquistata non poteva rimanere ferma, non restava che tentare la mia carta e siamo partiti dall’Elba, è stata una scommessa.

In passato hai gareggiato con S1600 e S2000 come hai trovato la R2?

Diciamo che all’inizio ero molto scettico, una vettura nuova che non ho mai provato prima del rally dell’isola dell’Elba. Subito è nato il feeling e posso affermare di essermi adattato alla vettura inglese in fretta. Mi ha dato belle soddisfazioni,le maggiori sono arrivate nelle piesse lunghe dove ho potuto osare ed essere premiato a fine prova.

Tra le cinque gare che hai disputato quale ti è piaciuta di più?

Senza dubbio il rally di Alba, una gara “vera” sotto ogni punto di vista. Infatti abbiamo trovato tutte le condizioni metereologiche che rendono un rally affascinate è mancata solo la neve, ma dato il periodo non era possibile. Diciamo che è stato un rally a tutti gli effetti. Ma anche le restanti gare Elba, Salento Marca e San Martino hanno lasciato il segno nella stagione.

Dopo partecipazioni a varie latitudini come hai trovato il Ciwrc?

Un bel campionato, prove belle in tutte le gare, gare dal passato glorioso ad ogni gara non è mancato il pubblico. Non da meno gli avversari, in qualche occasione anche oltre 20 partenti in classe, diciamo che è stato un bel campionato combattuto fino al celebre San Martino di Castrozza, un titolo il terzo dopo Race Day e Irs.

Per il 2020?

Continuare sempre in qualche campionato, ci piacerebbe ripetere il Ciwrc anche se è prestissimo per dirlo, ma è intenzione mia e della Turbcar di acquistare una vettura R5 per un eventuale partecipazione e schierare un pilota in classe R2.

Sono molti gli appassionati che chiedono un ritorno di Sulpizio Senior

Credo che quest’anno seguendomi sempre, gli sia tornato il giusto stimolo,non è escluso un ritorno. Speriamo a breve.

Un grazie a chi ?

A tutta la squadra, abbiamo lavorato molto bene ma un rigraziamento va a chi mi ha permesso di partecipare al campionato, altrimenti anche per quest’anno ci sarebbero state solo gare spot.

7dXQIACA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *