Motori – A Brno Luca Martucci e la Mm International Puntano al podio nella Boss Gp.

Luca Martucci e la sua Dallara GP2 del Team MM International approderanno questo fine settimana sul circuito ceco di Brno per disputare il quinto e penultimo appuntamento stagionale con la serie internazionale BOSS GP. Per il pilota di Ceprano, portacolori della Tirrena Racing si tratta di un appuntamento decisivo per tentare il definitivo attacco alle zone nobili della classifica. “Arrivo a questo appuntamento molto carico e preparato perché sento l’importanza delle due gare che andremo ad affrontare – spiega il pilota laziale, al suo debutto sul circuito della Repubblica Ceca -. Ho passato l’estate a prepararmi anche fisicamente per questo finale di stagione. Ho seguito la pianificazione fisica ed alimentare del dottor Alfredo Sticchi, uno specialista nella preparazione degli atleti soprattutto nel campo del motorismo e devo dire che i risultati si sono subito fatti vedere. Non conoscendo il tracciato ho cerato di allenarmi al simulatore con sedute molto intense e da quello che ho potuto capire Brno è un circuito che non perdona. Un tracciato nato per il motociclismo, con curve e profilo altimetrico molto vario, dove bisogna avere grande ritmo e soprattutto evitare di fare errori. Per quanto mi riguarda – conclude Martucci -, l’intenzione è quella di attaccare i primi tre posti della classifica finale che sono ancora alla mia portata. Purtroppo nella prima parte di stagione le tre gare a zero punti mi hanno penalizzato e, per questo, in queste ultime quattro gare che ci separano dalla chiusura del campionato (due a Brno e due ad Imola), voglio puntare al massimo e dare anche alla struttura tecnica che c segue, la MM International Motorsport i risultati che la loro bravura e dedizione al lavoro meritano”.

Il circuito di Brno (denominato ufficialmente circuito di Masaryk dal nome del primo presidente cecoslovacco Tomáš Masaryk) è la sede storica del Gran Premio motociclistico della Repubblica Ceca ed è situato a 14 km a nord-ovest della omonima località della Repubblica Ceca, famosa anche per la Fortezza dello Spielberg, il carcere (oggi trasformato in ristorante di lusso) che in epoca risorgimentale fu luogo di prigionia di vari patrioti italiani, tra cui Piero Maroncelli e Silvio Pellico (che narrarono la loro detenzione decennale nelle opere Le mie prigioni di Pellico e Addizioni di Maroncelli). Nato negli anni venti il circuito, originariamente lungo 29 chilometri, ha ospitato le sfide di leggende del calibro di Tazio Nuvolari, Rudolf Caracciola e Gigi Villoresi. Dal 1987 il nuovo tracciato di circa cinque chilometri di lunghezza ha sostituito i precedenti ed ospita il Campionato del Mondo di Motociclismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *