Calcio – Intervista al portiere Manuel Micheli, uno degli acquisti in casa Ceccano.

“Abbiamo le carte in regola per puntare in alto” 

CECCANO – Tra i nuovi giocatori del Ceccano, inserito nel girone D del campionato di Promozione con esordio il prossimo 8 settembre sul campo della Lupa Frascati, ce n’è qualcuno che non vede l’ora di vestire per la prima volta la maglia della sua città. Si tratta del portiere Manuel Micheli, 25enne ceccanese doc con oltre 70 presenze in serie D con Astrea e Isolaliri, nella stagione appena conclusa in forza alla Vis Sezze con cui ha vinto il campionato di Promozione girone C, contribuendo quindi al salto in Eccellenza. “Sono felice, dopo tanti anni, di poter finalmente vestire la maglia della squadra della mia città – ha tenuto a sottolineare il neo estremo difensore rossoblù il giorno del suo ingaggio – Soprattutto mi hanno convinto la serietà e la programmazione della dirigenza, oltre all’entusiasmo della città, in particolare della passionale tifoseria. Ho iniziato nelle giovanili del Rio, ma non ho mai giocato con la prima squadra e, quindi, non vedo l’ora di cominciare per dare il mio contributo”.

C’è un modello di portiere al quale ti ispiri? “Sono un grande ammiratore ed estimatore di Angelo Peruzzi sin da quando giocava nella Lazio, squadra per la quale tifo. Per stile e caratteristiche mi ispiro molto a lui e spero di emularne le gesta, ancves e èpatrliuamo di due mondi calcistici completamente diversi”. 

Che impressione hai ricavato dopo un mese di preparazione circa le potenzialità di questo Ceccano? “Molto positive perché si vede che c’è tanta voglia di fare bene, soprattutto da parte di quei giocatori che vogliono dimostrare di poter dare tanto a questa squadra, allenata tra l’altro da un tecnico bravo e preparato come Mirco Carlini, tra i più esperti di questa categoria. Ho notato in questo gruppo che c’è ambizione ed è giusto che sia così perché, dal momento che il Ceccano è neo promosso, si porta dietro tanto entusiasmo. E per noi è un motivo in più per disputare un campionato importante e magari di vertice”.

A tal proposito, il Ceccano è stato inserito nel girone D con formazioni romane e non più pontine. Un giudizio anche sul calendario che vi vedrà all’esordio impegnati sul campo della Lupa Frascati? “Siamo rimasti un tantino sorpresi di essere stati inseriti nel girone con formazioni romane e non con le pontine come da tradizione. Però debbo dire che potrebbe essere un vantaggio perché si giocherà su campi molto attrezzati e contro squadre che hanno un buon tasso tecnico. Per uno strano scherzo del destino alla prima giornata andremo a Frascati, proprio come l’anno scorso quando ho difeso la porta della Vis Sezze. Abbiano vinto 3-2 e speriamo di poterlo ripetere. Sarebbe importante infatti partire con il piede giusto. Per quanto riguarda le favorite alla vittoria finale, oltre a Ferentino e Monte San Giovanni Campano, so che Atletico Torrenova e Atletico Morena sono ben attrezzate per fare bene”.     

Un desiderio nel cassetto? “Potrebbe sembrare scontato – conclude Manuel Micheli – ma poter lottare per le prime posizioni è il massimo per ogni giocatore. L’anno prossimo festeggeremo i cento anni della fondazione del Ceccano. Chissà che non si possa festeggiare due volte. Ma il mio augurio più grande è vedere di nuovo come in passato il “Popolla” pieno di tifosi. Loro sono fondamentali per noi. E dipenderà proprio da noi, cogliendo risultati positivi, vederli in modo massiccio allo stadio soprattutto nella mitica e passionale Curva Nord. Anche questo è un mio grande sogno nel cassetto”. 

Tommaso Cappella-Ufficio stampa Ceccano calcio 1920

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *