Rally – Sordo su Hyundai al comando del Rally Italia Sardegna 2019.

Molti colpi di scena con lo spagnolo sulla i20 WRC passato in testa, davanti a Suninen su Ford e Tanak su Toyota, dopo l’uscita di Latvala,. In WRC 2 Skoda protagonista del duello tra Rovampera e Kopecky. Nel Tricolore due Skoda protagoniste Crugnola nel CIR e il francese Consani vince nel terra. Ogier su Citroen rientra domani in gara

RIS_19Alghero (SS), giovedì 14 giugno 2019 – Il Rally Italia Sardegna continua a regalare forti emozioni e tenere col fiato sospeso grazie alle avvincenti sfide sul filo dei decimi di secondo ed ai continui colpi di scena di cui sono protagonisti i migliori piloti del mondo impegnati nell’ottavo round iridato ed i protagonisti del Campionato Italiano. Eccellente affluenza di pubblico alla gara organizzata dall’Automobile Club D’Italia in partnership con la Regione Sardegna.

Dopo le 9 prove speciali della prima tappa è in testa l’equipaggio spagnolo dello Hyundai Shell Mobis WRT Dani Sordo e Carlos Del Barrio scatenati sulla Hyndai i20 WRC in piena rimonta e vincitori della PS 8 grazie ad una buona scelta di pneumatici per la selettiva terra sarda. Ottima prima parte di gara per i finlandesi della M-Sport Ford WRT Teemu Suninen e Jarmo Lehtinen che sulla Fiesta WRC sono saliti fino in 2^ posizione con scratch in tre crono, in piena risalita dopo un testacoda sulla 4^PS. Sempre in lotta per il vertice anche il duo estone del Toyota Gazoo Racing WRT, Ott Tanak e Martin Jarveoja, vincitori di due prove ed anche al comando della gara, che hanno condiviso con Sordo dopo la PS 6, dopo che Jari Matti Latvala su Toyota, leader dalla 4^ alla 6^ prova ha perso terreno per un cappottamento e poi una uscita di strada sull’ultimo crono che lo ha tolto dai giochi, mentre stava spingendo al massimo. Costanti in 4^ posizione i britannici Elfyn Evans e e Scott Martin sulla Ford Fiesta WRC cha hanno migliorato la frenata e la stabilità della vettura durante la giornata, ma sono tallonati ad un solo decimo di secondo dai norvegesi della Toyota Andreas Mikkelsen che con Anders Jaeger ha vinto la PS 9 dopo i problemi di pneumatici accusati soprattutto sulle prime 5 prove. Colpo di scena sulla PS 5 quando Sebastien Ogier, vincitore del crono di apertura “Ittiri Arena Show”, ha danneggiato la sospensione anteriore sinistra della Citroen C3 WRC contro una roccia ed è stato costretto al ritiro, il 6 volte Campione del Mondo e leader della classifica iridata rientrerà comunque domani in gara.

Avvincente la gara del WRC 2 che dopo 9 prove vede in testa il giovanissimo finlandese Kalle Rovampera che precede di sei decimi di secondo il ceko Jan Kopecky in un duello tra Skoda Fabia R5. Tra i giovani del WRC Junior il francese Adrien Fourmaux guida la classifica sulla Ford Fiesta R2.

Vincitori PS: Ogier (1); Suninen (2,3,6); Tanak (4,5); Neuville (7); Sordo (8); Mikkelsen (9).

Per le serie tricolori per le quali la gara sarda del Campionato del mondo ha validità, il giovane varesino Andrea Grugnola navigato da Pietro Elia Ometto su Skoda Fabia R5 ha vinto la prima gara di Campionato Italiano Rally. Domani e domenica gara 2 della massima serie tricolore. Vittoria del francese Stephane Consani che con Thibauld De La Haye su Skoda Fabia R5 ha dominato il 2° round del Campionato Rally Terra, con coefficiente 1,5.

Sabato 15 giugno la seconda e più lunga tappa del Rally Italia Sardegna inizierà alle 5.20 con il primo parco assistenza, sempre nel Porto di Alghero, dove i concorrenti faranno ritorno alle 12.35 per un riordinamento ed un’assistenza e successivamente alle 20.35, per il parco chiuso e l’assistenza alle 20.35. Sei le prove speciali della giornata: “Coiluna – Loelle” (Km 14,97) alle 8.08 3 16.08; “Monti di Alà” (“8,21 Km) alle 9.11 e 17.11; “Monte Lerno” (Km 28,03) alle 10.03 e 18.03. Saranno 142,42 i Km di PS sui 627,14 di percorso totale. Domenica 16 giugno i quattro crono della 3^ tappa e Cerimonia dle Podio alle 15 ad Alghero.

Classifica dopo la 1^ Tappa. 1 Sordo (Hyundai) a 1h36’01”5; 2 Suninen (Ford) a 10”8; 3 Tanak (Toyota) a 11”2; 4 Mikkelsen (Hyundai) a 20”2; 5 Evans (Ford) a 20”3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *