Motociclismo – TRT a Vallelunga nel Meeting Vintage.

In pista a difendere i colori del TRT Giovanni Caschera

Nel prossimo week end sul circuito laziale di Vallelunga è in programma il Meeting per moto d’epoca e Vintage. Si tratta di un evento che richiama tantissimi piloti, che si daranno battaglia sui cinque chilometri del tracciato che qualche anno fa ha ospitato anche il mondiale superbike. Presente anche il Techno Racing Team, con il pilota Giovanni Caschera che con il numero 864 sarà in sella ad una Kawasaki 750cc. Per l’alfiere del TRT si tratta di un compito molto arduo, visto che con la sua settemezzo gareggerà nella classe TT Open, dove in pratica i partecipanti sono in sella a moto di 1000cc. Raggiunto telefonicamente, abbiamo rivolto qualche domanda a Caschera: D:Come mai gareggi con una 750 nella Open? R:” Si Tratta di una gara di transizione in attesa che la nuova moto a cilindrata piena venga allestita dal team”; D: Duecentocinquanta centimetri cubici in meno pansi che faranno la differenza?     R: “Vallelunga è un circuito molto veloce, dove il motore conta molto, la differenza di cilindrata mi penalizzerà tanto, ma ce la metteremo tutta per fare una bella gara”; D: Con queste incertezze che ci sta riservando il mese di maggio e con le previsioni per il week end temi le condizioni meteo?      R:” Certo non posso dire che la pioggia mi entusiasmi, ma in questa occasione potrebbe essermi d’aiuto per livellare le potenze”. Dunque siamo alle prese con un Caschera combattivo, che non si arrende certo, ma c’è da dire che effettivamente il circuito laziale, dopo le ultime modifiche subite è veramente molto veloce ed il fattore potenza potrebbe fare sicuramente la differenza, come giustamente spera Caschera l’arrivo della pioggia probabilmente ridurrebbe il gap di potenza dovuto dalla differente cilindrata. Anche perché è bene ricordare che nelle moto Vintage non ci sono gomme rain, i pneumatici sono gli stessi che si usano sull’asciutto e quindi con il bagnato gestire una minore potenza potrebbe essere più semplice. Comunque il pilota del TRT ha dimostrato diverse volte di essere un buon manico e siamo sicuri che se ci sarà da battagliare non si tirerà certo indietro. Il programma come al solito prevede prove libere al venerdi, prove ufficiali di qualifica al sabato e la gara alla domenica.

Lucia Alonzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *