L’intervista – Iannotta: “Ceccano tra le big, la città mi segua”.

Calcio in evidenza a Ceccano in questo finale di stagione. Dopo la vittoria nel campionato di serie D di calcio a5, è arrivata anche la matematica certezza del salto in Promozione del Ceccano calcio 1920, ad una giornata dal termine, dopo il convincente successo ottenuto a spese del Real Sanvittorese nel girone I di Prima categoria. Un ruolino di marcia travolgente da parte dei rossoblu che hanno inanellato 24 vittorie, 2 pareggi a Castro dei Volsci e in casa con lo Sterparo, e 3 sconfitte a Colli, Pontecorvo e Tecchiena. Senza dimenticare il bottino di gol assicurato da un trio di attaccanti invidiabile, capeggiato da Alessio Carlini, a segno con 31 reti, e completato anche da Colafrancesco e Tarquini con 11 marcature a testa. Domenica, al termine della gara contro la squadra di Guido Gatti, è esplosa la gioia di Tiberia e compagni, condivisa con i tifosi rossoblu i quali, dopo quattro anni, possono tornare ad assaporare una categoria più rispondente ad una realtà che in passato ha conosciuto anche palcoscenici nazionali. In serata poi dirigenza e giocatori si sono ritrovati presso il Ristorante “Totem” nelle vicinanze dello “Popolla” per festeggiare, con tanto di torta celebrativa, insieme al presidente Thomas Iannotta.

Ceccano 96-97
Ceccano 96-97

Proprio con il massimo dirigente rossoblu si analizza questa fantastica stagione. “Intanto, anche se può sembrare una frase fatta, vorrei ringraziare tutte quelle persone che hanno contribuito in modo tangibile e concreto al raggiungimento di questo straordinario traguardo – esordisce Thomas Iannotta – Vorrei nominarli uno ad uno, ma è impossibile. Però ritengo che al direttore generale Sergio Milo vada riconosciuto il 90 per cento dei meriti perché è una persona infaticabile e trascinante. Una persona che fa solo del bene allo sport, il calcio in particolare. E poi lo staff dirigenziale e tecnico, i giocatori e i nostri meravigliosi tifosi”.

Un successo comunque annunciato? “Indubbiamente è stata allestita una squadra che potesse puntare a vincere il campionato. Ceccano merita una piazza importante nel panorama calcistico, non solo regionale. E’ stato quindi creato un organico di buon livello, composto prima di tutto da amici e poi di calciatori. Sia Alessandro Padovani che Fabiano Bragaglia, unitamente al direttore sportivo Livio Pizzuti, hanno avuto pertanto il merito di tenere uniti tra loro i ragazzi. Alla fine, secondo me, ha vinto la squadra più regolare, anche se lo Sporting Pontecorvo si è dimostrato un degno avversario e sicuramente sarà ripescato”.

Da domani però occorre pensare al futuro? “Questo è un aspetto importante sul quale vorrei richiamare l’attenzione di tutti. Nel corso di questa stagione ho notato un certo risveglio da parte della città, in particolare imprenditori e operatori economici, ma anche semplici cittadini e tifosi. Però non basta. La famiglia Iannotta continuerà ad onorare l’impegno preso anche in vista della prossima stagione. Però è necessario che la città dia molto, ma molto di più per vedere la squadra magari crescere e affermarsi ancora. Sono convinto che, con il concorso e il coinvolgimento di più soggetti, si possa puntare a traguardi più importanti e prestigiosi”.

Un ultimo pensiero va al connubio calcio-solidarietà? “L’aspetto solidale deve continuare ad essere un nostro cavallo di battaglia. Non c’è sport e, quindi non c’è calcio, se non c’è partecipazione e condivisione, coinvolgendo soprattutto chi è meno fortunato di noi. Per questo continueremo a sostenere quelle associazioni che aiutano e sostengono concretamente chi soffre”.

CECCANO 2018-19Ed ora al Ceccano resta solo da disputare l’ultimo match di campionato domenica prossima a Collepardo. E poi ci sarà l’immancabile appuntamento dell’8 giugno, quando al メPopollaモ, con inizio alle ore 17,30, è in programma la “Partita del Cuore” tra il Ceccano di questa stagione e le vecchie glorie, il cui ricavato sarà destinato interamente all’associazione メAltre…Menti Frosinoneモ che si occupa di ragazzi autistici. Lunedì prossimo, alle ore 11,00, presso la sala consiliare del comune fabraterno è in programma la conferenza stampa di presentazione dell’evento. Intanto il Ceccano calcio 1920 fa sapere che, in questi giorni, sono in vendita i biglietti, al costo una tantum di 3 euro, da devolvere interamente all’associazione “Altre…Menti Frosinone”.

Tommaso Cappella-Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *