Motociclismo – Techno Racing Team definiti i programmi.

Techno Racing Team Definiti I Programmi

Confermata la partecipazione al Campionato Italiano ed Europeo

 

Dopo una attenta analisi e programmazione, il Techno Racing Team di Isola del Liri, ha svelato quali saranno i piloti ed i programmi agonistici per la stagione 2019. I programmi agonistici spaziano dal Campionato Italiano Velocità in Salita (CIVS), passando per l’Endurance e per finire nell’European Hill Climb Championship. Invece per quanto riguarda il capitolo piloti, il TRT precisa che questi saranno cinque, ed esattamente si tratta di: Giovanni Caschera, che gareggerà nel CIVS in sella ad una Kawasaki 750, Mauro Di Sarra gareggerà nel CIVS con una Yamaha YZF750 in allestimento in questi giorni presso la sede del TRT ed in pista con una Aprilia RSV1000, Danilo Notarantonio anch’egli CIVS con una kawasaki Z650, Mauro Caschera pista con Yamaha RD350 ed infine Williams Alonzi (Willy) prenderà parte al Campionato Europeo di Velocità in Salita su Aprilia RSV1000. Per quanto riguarda l’endurance il TRT gareggerà nelle gare di Vallelunga e Misano Adriatico nella classe 750 con una Kawasaki e l’equipaggio dovrebbe essere formato da Caschera Giovanni, Notarantonio Danilo e Willy. L’intera struttura, come oramai tradizione del TRT, sarà presentata agli sportivi il 24 marzo p.v. con una cerimonia in un noto locale del comprensorio, dove sarà possibile visionare le moto. Dopo la presentazione il primo impegno cui sarà chiamato il Techno Racing Team è programmato per il 13 e 14 aprile p.v. in Austria esattamente a Landshaag, dove è in programma la prima gara del Camp. Europeo di Velocità in Salita e quindi sarà di scena Willy con la sua RSV1000. Quello del Techno Racing Team è un programma molto ambizioso ed anche molto oneroso sia fisicamente, ma anche e soprattutto economicamente, in tal senso il TRT pur senza svelare i particolari ed i nomi ha fatto sapere che oltre agli sponsor storici, proprio in questi giorni dovrebbe esserci la firma con nuovi sponsor che affiancheranno il loro nome a quello del TRT.

Lucia Alonzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *