Calcio Serie D – Anagni, lo sfogo del ds Tomassi: “Meritiamo arbitri da serie D!”

Calcio Serie D – Anagni, lo sfogo del ds Tomassi: “Meritiamo arbitri da serie D!”

Il direttore sportivo Diego Tomassi spiega la partita di ieri contro l’Aprilia. La gara è finita 0 a 0, una partita giocata dai biancorossi con anima e cuore, senza mollare un secondo il quotato avversario pontino. Nelle parole del ds anagnino c’è dispiacere per l’assurdo arbitraggio che ha rovinato una bella partita equilibrata. “Tre chiari episodi da rigore e l’allontanamento di tre dirigenti dalla panchina, hanno decisamente guastato il risultato della gara. E’ stata una partita da brivido, un pareggio a reti inviolate, con numerosi episodi dubbi che in caso ci fosse la moviola, sarebbero da rivedere. Una grande partita della nostra squadra, i ragazzi hanno dato l’anima dal primo minuto, peccato per l’arbitraggio. Non è la prima volta e soprattutto in casa, l’arbitraggio condiziona la partita e inoltre alla prima richiesta di spiegazioni dalla panchina, ti mandano fuori dal campo. Siamo stati allontanati in tre contro l’Aprilia e tre chiari episodi da rigore non concessi. Noi stiamo dando il massimo per salvarci, ci impegniamo tutta la settimana e poi la domenica arrivano questi arbitri. E’ difficile giocare ogni partita sempre contro 12-13 avversari e questo non è più possibile. Questi ragazzi meritano arbitri da serie D, perché siamo una società seria, cerchiamo di dare il massimo e di essere rispettosi, però vengono qua con l’arroganza, non è possibile e non lo accettiamo più. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, è una squadra con gli attributi, abbiamo giocato partite anche solo con 5/6 titolari per lunghi periodi. Non è facile con le poche risorse che abbiamo, stiamo facendo davvero tanto. Quando abbiamo tutta la squadra a disposizione si vede. Ieri Gragnoli quando è entrato è stato devastante, ha giocato da solo contro la difesa dell’Aprilia. C’era un rigore netto su di lui, è stato ammonito per simulazione. Era il terzo fallo da rigore, non ne è stato concesso uno! Un arbitro palesemente contro, è inutile girarci intorno, lo hanno visto tutti. Non voglio attaccarmi all’arbitraggio perché sarebbe sminuire la mia squadra, abbiamo giocato contro l’Aprilia come dovevamo giocare, ci dobbiamo salvare ed è questo il nostro obiettivo.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *