Calcio – Promozione: Formia – Città Monte San Giovanni Campano 2-0.

FORMIA – CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO 2-0
FORMIA:
Avgul, Pasquale, Lucignano, Pepe, Battaglia, Festa, Nulli (26’ st Sarr), Napoletano (46’ st Luchetta), Zaccaro, Raspaolo (14’ st Vitale), Petronzio (42’ st Maradona). A disposizione: Damiano, D’Acunto, Maresca, Aliberti, Di Mare. Allenatore: Giovanni Russo.
CITTÀ MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO: Fiorini S., Cellupica, Florese, Iozzi, Seppani (40’ st Frezza), Di Folco, Bruni (28’ st Sili), Veloccia, Reali (25’ st Serapiglia), Macciocca, Faliero (37’ st Lleshi). A disposizione: Iannucci, Testa, Frellini. Allenatore: Ezio Castellucci.
Arbitro: Andrea Musumeci di Cassino.
Assistenti: Davide Messina di Cassino e Claudio Abbatecola di Cassino.
Marcatori: 17’ st Petronzio, 38’ st Battaglia.
Note: ammoniti: Festa (F), Maradona (F), Iozzi (M), Di Folco (M) e Veloccia (M). Recupero: 3’ pt; 4’ st.

Il Città Monte San Giovanni Campano che non ti aspetti.
Reduci da tre vittorie consecutive, i giallo-azzurri sono scesi in campo a Formia con grande determinazione, disputando un eccellente primo tempo prima di sparire dal terreno di gioco nel corso della ripresa. Il due a zero conclusivo si può sintetizzare con la cattiveria sotto porta dei padroni di casa e la scarsa vena realizzativa del team ospite. Un passo indietro rispetto alle ultime gare disputate dagli uomini di Castellucci che, risultato a parte, si sono dimostrati poco incisivi con il passare dei minuti. La cronaca. L’inizio gara è di chiara marca ospite con il Formia che contiene la verve agonistica giallo-azzurra chiudendo ogni varco! Al 5’, Faliero dopo aver anticipato Pasquale si incunea in area di rigore dal versante sinistro e crossa per Bruni, appostato sul secondo palo; il tocco in anticipo su Lucignano viene respinto da Battaglia sulla linea di porta e la prima chance sfuma. Due minuti dopo Macciocca, dopo aver stoppato la sfera sulla tre-quarti, lascia partire un fendente di sinistro con la palla che si perde lontano dal bersaglio pieno. Al 15’, la conclusione di Bruni dalla corsia di destra finisce alta sopra la traversa. Cinque minuti più tardi Macciocca controlla la sfera in piena area di rigore e sull’assist a centro area per Reali, Battaglia colpisce la sfera con una mano ma il signor Musumeci non ritiene ci siano gli estremi per concedere il calcio di rigore. Al 27’, il Monte costruisce la più nitida palla gol. Ripartenza da applausi dei ragazzi di Castellucci, palla a Faliero che in verticale serve Reali a tu per tu con Avgul; la conclusione sull’uscita dell’estremo difensore del Formia è debole e sporcata da un fallo da rigore di Battaglia con il direttore di gara che ancora una volta lascia correre. Minuti conclusivi della prima frazione di gioco senza ulteriori sussulti. Nella ripresa, al 4’, altra chance per Reali che calcia centralmente ed il numero 1 di casa para. Con il passare dei minuti il Formia prende in mano le redini del gioco ed i monticiani non riescono ad uscire dalla propria tre-quarti. Al 12’, da un’azione d’attacco dei monticiani per poco il Formia non si porta in vantaggio. Contropiede micidiale orchestrato da Pepe che serve Zaccaro, palla a Petronzio che da buona posizione calcia alto. Il gol è solo rimandato ed al 17’ si concretizza per i padroni di casa. Altra ripartenza da applausi con Petronzio che non sbaglia facendo esplodere il “Comunale” di Maranola. Il gol galvanizza ulteriormente i padroni di casa che sfiorano il raddoppio al 23’, ancora con Petronzio, la cui conclusione si perde a fondo campo. Il monologo pontino porta al raddoppio al minuto numero 38. Sul tiro da fermo di Pepe, Battaglia si inserisce indisturbato in area di rigore e di testa mette a segno il due a zero. Il secondo gol scuote gli ospiti che nei minuti conclusivi si riversano nella metà campo avversaria alla ricerca del gol della speranza. Gol che effettivamente arriva al 46’, con Macciocca, ma il direttore di gara lo annulla per una inesistente carica al portiere. Al 49’, infine, il calcio piazzato di Iozzi dal limite dell’area di rigore si perde sopra la traversa. Finisce due a zero una gara dai due volti sulla quale il Monte dovrà meditare molto. Domenica al “San Marco” arriverà il Mistral Città di Gaeta e per conquistare punti servirà una gara senza soluzione di continuità nel corso dei 90’ di gioco…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: